logo di stampa italiano
 
Sei in: Il Gruppo » 10 bilanci di Hera » Ambiente

Ambiente

Nel settore ambiente Hera è il principale operatore nazionale per quantità di rifiuti raccolti e trattati.

L’attività di raccolta dei rifiuti , regolata sulla base di concessioni,  è stata negli anni sviluppata con le successive operazioni di integrazioni societarie, fino a coprire tutti i territori da Modena a Pesaro-Urbino. Grazie ad una costante sensibilizzazione dei clienti ed al supporto delle istituzioni locali, il sistema di raccolta dei rifiuti in Hera si basa sul riciclaggio della maggior parte (oltre 50%) dei materiali di scarto (vetro, carta, plastica e metalli e biomasse) e sulla valorizzazione del contenuto energetico della parte rimanente, attraverso trattamenti di termovalorizzazione e di estrazione dei biogas.

 

 

Questo efficace sistema ha contribuito notevolmente alla diminuzione della quantità di rifiuti urbani smaltiti direttamente in discarica, riducendo così l’inquinamento del suolo.

Le attività di trattamento e smaltimento dei rifiuti hanno beneficiato nel tempo della significativa espansione e rinnovo dell’assetto impiantistico. Nel 2011 è stato completato il piano pluriennale di ammodernamento dei grandi impianti. E’ stata inoltre allargata la capacità delle discariche e sono stati ulteriormente potenziati gli impianti di trattamento di bio-masse, già parte del patrimonio di Gruppo.

ImpiantiPotenza installata
(MW)
Quantità autorizzata
(t)
Quantità trattata
(t)
Termovalorizzatore Forlì10,7                                  120.000                                  115.741
Termovalorizzatore Ravenna 6,2                                    56.500                                    42.118
Termovalorizzatore Rimini 13,0                                  150.000                                  114.375
Termovalorizzatore Modena24,8                                  240.000                                  176.295
Termovalorizzatore Ferrara12,9                                  130.000                                  129.837
Termovalorizzatore FEA 22,0                                  220.000                                  201.020
Termovalorizzatore Ravenna F3 4,2                                    40.000                                    39.955
Centrale biomasse Enomondo13,7                                  114.000                                  103.690
Totale                                      107,5                               1.070.500                                  923.031

Oggi, questo assetto impiantistico di 79 impianti, in grado di soddisfare la richiesta di trattamento e valorizzazione dei rifiuti di ogni tipologia, costituisce un’eccellenza del Gruppo su scala nazionale ed ha supportato la considerevole espansione dei volumi di attività nel decennio e il soddisfacimento anche di esigenze complesse di smaltimento e di bonifica di siti produttivi.


 

Con una generazione di circa 0,7 TWh, il Gruppo è divenuto uno dei principali operatori impegnati nel recupero di energia elettrica da rifiuti e risulta l’unica società che negli ultimi anni sia riuscita a costruire ed attivare 5 nuovi impianti WTE in Italia. Tale operazione ha portato la capacità installata a circa 100 megawatt, con 1 milione di tonnellate/anno.

A fronte della carenza infrastrutturale nel settore del trattamento dei rifiuti che caratterizza il Paese, culminata nell’emergenza in Campania, Sicilia, Calabria, Puglia e Lazio, sono stati indetti bandi di gara per la costruzione di nuovi impianti WTE in alcune regioni italiane. Hera ha ottenuto, alla fine del 2011, l’assegnazione della gara per l’acquisto del 40% della società responsabile della costruzione e gestione di un WTE da 140 mila tonnellate l’anno nella provincia di Firenze e si impegna nella conquista di ulteriori quote nel mercato, per mettere a frutto l’expertise unico maturato nel settore.

Al fine di razionalizzare al meglio il business secondo le logiche di mercato, il Gruppo Hera ha costituito, nel 2010, la società Herambiente alla quale sono state conferite tutte le attività liberalizzate di smaltimento, trattamento e recupero dei rifiuti. Nello stesso anno, il Gruppo ha aperto l’azionariato di Herambiente a un fondo d’investimento infrastrutturale, Eiser, garantendo così il supporto finanziario al futuro sviluppo della società.

(ml€)2002200320042005200620072008200920102011Crescita media annua
Ricavi 288,4 284,6 362,3 481,7 539,7 553,6632,1642,1703,1 740,1+11,0%
Mol58,262,3 85,7 130,5150,5156,3186,3187,3195,1 194,2+14,3%
Reddito operativo    15,9    20,6    47,3    63,9    73,8    81,8    100,3    92,3    86,9    84,6+20,4%

La crescita dell’area Ambiente, che ha sostenuto la crescita dei risultati di Gruppo nei 10 anni, è giunta a quasi quadruplicare il Margine Operativo Lordo. La dinamica dello sviluppo ha registrato una stabilizzazione dei risultati negli ultimi 2 anni a causa della crisi economica-finanziaria che ha colpito le attività industriali e i consumi in Italia. Pur nel contesto difficile del mercato, l’area ambiente evidenzia un tasso medio di crescita a doppia cifra, superiore alla media del Gruppo nei 10 anni considerati.

 
Approfondisci questo argomento sul nostro sito