logo di stampa italiano
 

7 Costi per servizi

 
 20112010Variazioni
Spese per lavori e manutenzioni 248.240 253.600 -5.360
Vettoriamento e stoccaggio181.995135.78946.206
Servizi di trasporto, smaltimento e raccolta rifiuti172.372169.4572.915
Canoni corrisposti ad enti locali69.71269.486226
Prestazioni professionali legali, tributarie e organizzative25.04323.0711.972
Servizi informativi ed elaborazione dati22.53319.3793.154
Affitti e locazioni passive20.46418.6071.857
Postali, recapiti e telefonici15.35615.470-114
Servizi tecnici14.63917.614-2.975
Assicurazioni13.56511.2532.312
Selezione personale, formazione ed altre spese del personale12.73611.7131.023
Oneri e commissioni per servizi bancari8.1677.593574
Annunci, inserzioni, pubblicità7.9277.238689
Servizi di pulizia e vigilanza5.4934.575918
Compensi a Sindaci, Amministratori, Comitati territorio5.3195.022297
Analisi di laboratorio4.6283.898730
Letture contatori4.5585.097-539
Canoni passivi4.0103.895115
Trasporti3.4651.8211.644
Utenze1.9803.260-1.280
Spese per commesse a lungo termine334                                    -  334
Altri costi per servizi27.95022.9045.046
Totale 870.486 810.742 59.744

Di seguito si commentano le variazioni più significative rispetto all'esercizio precedente:

"Spese per lavori e manutenzioni". Tale voce comprende i costi afferenti la costruzione, o il miglioramento, delle infrastrutture detenute in concessione al fine di riflettere l'applicazione dell'interpretazione Ifric 12. Il decremento rispetto all'esercizio precedente è dovuto, principalmente, ad una riduzione degli investimenti, come dettagliatamente commentati nella relazione sulla gestione.

"Vettoriamento e stoccaggio", l'incremento è imputabile principalmente ai maggiori volumi di energia elettrica e gas venduti su reti di terzi, rispettivamente pari a 39.263 migliaia di euro e 6.943 migliaia di euro. L'incremento dei volumi di gas venduti nel corso dell'esercizio 2011 sono riconducibili per 4.205 migliaia di euro alla variazione di perimetro di consolidamento determinatasi con l'acquisizione di Sadori Gas Srl, operazione dettagliatamente illustrata nell'apposito paragrafo delle presenti note esplicative.

"Servizi di trasporto, smaltimento e raccolta rifiuti", l'incremento è imputabile a maggiori servizi ambientali prestati ad alcuni Comuni. A tale incremento di costi ha fatto seguito un aumento di ricavi attraverso gli opportuni riconoscimenti in tariffa (Tia).

"Canoni corrisposti ad Enti Locali" sono ricompresi gli oneri sostenuti per l'utilizzo delle reti di proprietà pubblica, i canoni corrisposti alle società degli asset per l'affitto di beni del ciclo gas, idrico ed elettrico ed i canoni di locazione delle isole ecologiche. La variazione rispetto all'esercizio precedente è dovuta a un effetto combinato di :

  • minori canoni riconosciuti a due Comuni del bolognese a seguito della scadenza dei relativi contratti di concessione, 2.386 migliaia di euro;
  • minori canoni corrisposti ai comuni di Ato 1 Marche Nord, 576 migliaia di euro, a seguito della ridefinizione dei parametri per il calcolo degli importi da corrispondere;
  • maggiori canoni riconosciuti alla società Unica Reti, 750 migliaia di euro, dei quali 400 migliaia di euro aventi carattere di non ripetitività a seguito di una transazione inerente al contratto di affitto del ramo d'azienda gas stipulato il 24 febbraio 2003 e, per 350 migliaia di euro, a seguito della stipula del nuovo contratto di addizione gas del 5 maggio 2011;
  • maggiori canoni corrisposti a Con.Ami per il contratto di affitto gas con il Comune di Medicina, 450 migliaia di euro (stipulato il primo luglio 2010 a seguito del riacquisto delle reti cedute nel 2009);
  • maggiori canoni riconosciuti per 2.000 migliaia di euro al comune di Pesaro a seguito della rinegoziazione del contratto di gestione calore e illuminazione pubblica avvenuto nel corso del 2011. Nell'esercizio 2010 tale contratto risultava contabilizzato tra i ricavi delle vendite e delle prestazioni al netto dei canoni pattuiti.

 

"Servizi informativi ed elaborazioni dati", l'incremento è dovuto principalmente a maggiori costi per servizi informatici, 2.109 migliaia di euro, e servizi di telecomunicazione, 995 migliaia di euro.

"Servizi tecnici", il decremento è dovuto principalmente a una riduzione degli investimenti, come più dettagliatamente commentati nella relazione sulla gestione.

"Compensi a Sindaci, Amministratori, Comitati territorio", è comprensiva dei costi sostenuti per i diversi organi sociali oltre che per i Comitati per il territorio.

"Altri costi per servizi", l'incremento è imputabile principalmente al sensibile potenziamento delle attività commerciali e di vendita dei servizi energetici.